Pubblicato da sonia il 16:14 7 commenti

Era da un po' che lo volevo preparare, non l'avevo mai assaggiato, ma la preparazione mi intrigava parecchio. Il migliaccio è un dolce antico di umili origini, tipico della tradizione culinaria napoletana, viene preparato nel periodo di carnevale. Lo si può preparare con la ricotta, ma anche senza, con la farina di mais o con il semolino. In antichità veniva preparato con sangue di maiale. La consistenza è simile a quella del castagnaccio, ma il sapore è diverso, più delicato. La preparazione è semplice, il risultato gustosissimo :D!

Migliaccio Napoletano Senza Ricotta



Ingredienti : 300 gr di farina gialla a grana grossa, 50 gr di zucchero di canna, 60 gr di burro, 100 gr di canditi misti, 50 gr di pinoli o mandorle a lamelle, scorza di 1 limone grattugiato, 2 litri di acqua (o latte), 3 cucchiaini di cannella in polvere, zucchero a velo.


Preparazione: in una casserruola versate 2 litri di acqua o di latte ( se lo fate con l'acqua viene piu leggero, ma il risultato è ottimo), unitevi lo zucchero, il burro, la cannella, la scorza del limone grattugiata, la farina gialla versata a pioggia. Ponete sul fuoco e fate cuocere per circa 30 minuti dopo l'ebollizione. Mescolate continuamente fin dall'inizio, con un cucchiaio per evitare la formazione di grumi. Spegnete, unite i canditi e i pinoli. Versate il composto in una teglia per dolci precedentemente imburrata e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 25/30 minuti.
Fate raffreddare, sformatelo e spolverizzate di zucchero a velo.
Categories:

7 commenti:

  1. maaaaaa, che famo? nu manciamu? io ho fame di una cosa duci :*
    cla

    RispondiElimina
  2. Duci come te! hihihihihi mannaggia sti km sarebbe stato bello mangiarsela insieme!

    RispondiElimina
  3. con sangue di maiali? wooow quante cose s'imparano! il tuo dolcetto sembra delizioso! complimenti! un bacione!

    RispondiElimina
  4. Tanti anni fa, nel corso di una riunione di forumisti della Cucina Italiana, ebbi modo di assaggiare il migliaccio preparato da una simpaticissima signora napoletana: ottimo. E' uno di quei dolci che bisognerebbe riscoprire.
    Il tuo mi sembra veramente ben riuscito!

    RispondiElimina
  5. Non conosco questo tipo di dolce, am è molto interessante per gli ingredienti, da noi i dolci cucchiabili cosi, piacciono molo :-)

    RispondiElimina
  6. Ha una consistenza simile ad un budino o sbaglio?

    RispondiElimina
  7. esatto simile a un budino o un castagnaccio

    RispondiElimina